Problemi con i saggi di riconoscimento degli ioni in laboratorio?

Ecco qua per voi un utilissimo schema riassuntivo dei principali metodi di riconoscimento dei cationi più comuni nei campioni forniti in laboratorio, con tanto di procedura sperimentale e reazioni di riconoscimento.

Di seguito i saggi di riconoscimento di:

Li^{+}   Na^{+}   K^{+}    Mg^{2+}    Ca^{2+}     Sr^{2+}    Ba^{2+}    Mn^{2+}    Fe^{2+}    Fe^{3+}  Co^{2+}   Ni^{2+}    Cu^{2+}    Zn^{2+}    Al^{3+}    Tl^{+}    Sn^{2+}    Pb^{2+}    (NH_{4})^{+}

Se avete domande o necessità di chiarimenti non esitate a commentare!

Saggi di riconoscimento 1

SAGGIO DI RICONOSCIMENTO DI Li^{+}

Procedura sperimentale:

  • Prima di iniziare, è importante controllare che il filo di platino pronto per l’utilizzo sia accuratamente pulito, in modo da evitare interferenze nello svolgimento del saggio. In questo caso, passandolo sulla fiamma del bunsen, la fiamma stessa non si colorerà. Altrimenti, pulire ripetutamente il filo di platino imbevendolo in HCl e ponendolo sulla fiamma del bunsen finché questa risulterà incolore.
  • Prelevare col filo di platino imbevuto in HCl una piccola quantità del campione da analizzare.
  • Porre sulla fiamma del bunsen il filo di platino e osservare lo svolgimento della colorazione della fiamma. Gli ioni metallici presenti nel campione analizzato conferiscono alla fiamma un colore rosso carminio, intenso e persistente.

SAGGIO DI RICONOSCIMENTO DI Na^{+}

Procedura sperimentale:

  • Prima di iniziare, è importante controllare che il filo di platino pronto per l’utilizzo sia accuratamente pulito, in modo da evitare interferenze nello svolgimento del saggio. In questo caso, passandolo sulla fiamma del bunsen, la fiamma stessa non si colorerà. Altrimenti, pulire ripetutamente il filo di platino imbevendolo in HCl e ponendolo sulla fiamma del bunsen finché questa risulterà incolore.
  • Prelevare col filo di platino imbevuto in HCl una piccola quantità del campione da analizzare.
  • Porre sulla fiamma del bunsen il filo di platino e osservare lo svolgimento della colorazione della fiamma. Gli ioni metallici presenti nel campione analizzato conferiscono alla fiamma un colore giallo brillante, molto intenso e persistente.

SAGGIO DI RICONOSCIMENTO DI K^{+}

Procedura sperimentale:

  • Prima di iniziare, è importante controllare che il filo di platino pronto per l’utilizzo sia accuratamente pulito, in modo da evitare interferenze nello svolgimento del saggio. In questo caso, passandolo sulla fiamma del bunsen, la fiamma stessa non si colorerà. Altrimenti, pulire ripetutamente il filo di platino imbevendolo in HCl e ponendolo sulla fiamma del bunsen finché questa risulterà incolore.
  • Prelevare col filo di platino imbevuto in HCl una piccola quantità del campione da analizzare.
  • Porre sulla fiamma del bunsen il filo di platino e osservare lo svolgimento della colorazione della fiamma. Gli ioni metallici presenti nel campione analizzato conferiscono alla fiamma un colore violetto pallido, poco persistente.

SAGGIO DI RICONOSCIMENTO DI Mg^{2+}

Procedura sperimentale:

  • In una provetta portare in soluzione acquosa una piccola quantità del campione da analizzare.
  • Aggiungere alla soluzione qualche goccia di NaOH . In questo modo si ha la formazione di un precipitato bianco, Mg(OH)_{2} .

Reazione di riconoscimento:

Mg^{2+} + 2(OH)^{-} \rightleftharpoons Mg(OH)_{2}

SAGGI DI RICONOSCIMENTO DI Ca^{2+}

Saggio alla fiamma

Procedura sperimentale:

  • Prima di iniziare, è importante controllare che il filo di platino pronto per l’utilizzo sia accuratamente pulito, in modo da evitare interferenze nello svolgimento del saggio. In questo caso, passandolo sulla fiamma del bunsen, la fiamma stessa non si colorerà. Altrimenti, pulire ripetutamente il filo di platino imbevendolo in HCl e ponendolo sulla fiamma del bunsen finché questa risulterà incolore.
  • Prelevare col filo di platino imbevuto in HCl una piccola quantità del campione da analizzare.
  • Porre sulla fiamma del bunsen il filo di platino e osservare lo svolgimento della colorazione della fiamma. Gli ioni metallici presenti nel campione analizzato conferiscono alla fiamma un colore rosso mattone, a sprazzi.

 Saggio con NaOH

Procedura sperimentale:

  • In una provetta portare in soluzione acquosa una piccola quantità del campione da analizzare.
  • Aggiungere alla soluzione qualche goccia di NaOH . In questo modo si ha la formazione di un precipitato bianco lattiginoso, Ca(OH)_{2} .

Reazione di riconoscimento:

Ca^{2+} + 2(OH)^{-} \rightleftharpoons Ca(OH)_{2}

SAGGIO DI RICONOSCIMENTO DI Sr^{2+}

Procedura sperimentale:

  • Prima di iniziare, è importante controllare che il filo di platino pronto per l’utilizzo sia accuratamente pulito, in modo da evitare interferenze nello svolgimento del saggio. In questo caso, passandolo sulla fiamma del bunsen, la fiamma stessa non si colorerà. Altrimenti, pulire ripetutamente il filo di platino imbevendolo in HCl e ponendolo sulla fiamma del bunsen finché questa risulterà incolore.
  • Prelevare col filo di platino imbevuto in HCl una piccola quantità del campione da analizzare.
  • Porre sulla fiamma del bunsen il filo di platino e osservare lo svolgimento della colorazione della fiamma. Gli ioni metallici presenti nel campione analizzato conferiscono alla fiamma un colore rosso scarlatto, persistente.

SAGGIO DI RICONOSCIMENTO DI Ba^{2+}

Procedura sperimentale:

  • Prima di iniziare, è importante controllare che il filo di platino pronto per l’utilizzo sia accuratamente pulito, in modo da evitare interferenze nello svolgimento del saggio. In questo caso, passandolo sulla fiamma del bunsen, la fiamma stessa non si colorerà. Altrimenti, pulire ripetutamente il filo di platino imbevendolo in HCl e ponendolo sulla fiamma del bunsen finché questa risulterà incolore.
  • Prelevare col filo di platino imbevuto in HCl una piccola quantità del campione da analizzare.
  • Porre sulla fiamma del bunsen il filo di platino e osservare lo svolgimento della colorazione della fiamma. Gli ioni metallici presenti nel campione analizzato conferiscono alla fiamma un colore verde chiaro, persistente.

SAGGIO DI RICONOSCIMENTO DI Mn^{2+}

Procedura sperimentale:

  • In una provetta portare in soluzione acquosa una piccola quantità del campione da analizzare.
  • Aggiungere alla soluzione qualche goccia di NaOH . In questo modo si ha la formazione di un precipitato marrone, Mn(OH)_{2} , e la soluzione diventa gialla.

Reazione di riconoscimento:

Mn^{2+} + 2(OH)^{-} \rightleftharpoons Mn(OH)_{2}

SAGGI DI RICONOSCIMENTO DI Fe^{2+}

Saggio con K_{3}Fe(CN)_{6}

Procedura sperimentale:

  • In una provetta portare in soluzione acquosa una piccola quantità del campione da analizzare.
  • Aggiungere alla soluzione qualche goccia di K_{3}Fe(CN)_{6} . In questo modo si ha la formazione di un precipitato blu, Fe[Fe(CN)_{6}]^{-} .

Reazione di riconoscimento:

[Fe(CN)_{6}]^{3-} + Fe^{2+} \rightleftharpoons Fe[Fe(CN)_{6}]^{-}

Saggio con NaOH

Procedura sperimentale:

  • In una provetta portare in soluzione acquosa una piccola quantità del campione da analizzare.
  • Aggiungere alla soluzione qualche goccia di NaOH . In questo modo si ha la formazione di un precipitato verde oliva, Fe(OH)_{2} .

Reazioni di riconoscimento:

Fe^{2+} + 2(OH)^{-} \rightleftharpoons Fe(OH)_{2}

Lasciando la provetta all’aria, il precipitato ottenuto diviene Fe(OH)_{3} , che è bruno.

4Fe(OH)_{2} + O_{2} + 2H_{2}O \rightleftharpoons 4Fe(OH)_{3}

Saggio con o-fenantrolina (fen )

Procedura sperimentale:

  • In una provetta portare in soluzione acquosa una piccola quantità del campione da analizzare.
  • Aggiungere alla soluzione una piccola quantità di o-fenantrolina. In questo modo si ha la formazione di un precipitato rosso mattone, [Fe(fen)_{3}]^{2+} .

Reazione di riconoscimento:

3fen + Fe^{2+} \rightleftharpoons [Fe(fen)_{3}]^{2+}

SAGGI DI RICONOSCIMENTO DI Fe^{3+}

Saggio con K_{3}Fe(CN)_{6}

Procedura sperimentale:

  • In una provetta portare in soluzioneacquosauna piccola quantità del campione da analizzare.
  • Aggiungere alla soluzione qualche goccia di K_{3}Fe(CN)_{6} . In questo modo si ha la formazione di un precipitato verde, Fe[Fe(CN)_{6}] .

Reazione di riconoscimento:

[Fe(CN)_{6}]^{3-} + Fe^{3+} \rightleftharpoons Fe[Fe(CN)_{6}]

Saggio con NaOH

Procedura sperimentale:

  • In una provetta portare in soluzione acquosa una piccola quantità del campione da analizzare.
  • Aggiungere alla soluzione qualche goccia di NaOH . In questo modo si ha la formazione di un precipitato rosso ruggine, Fe(OH)_{3} .

Reazione di riconoscimento:

Fe^{3+} + 3(OH)^{-} \rightleftharpoons Fe(OH)_{3}

Saggio con HNO_{3} e NaCl

Procedura sperimentale:

  • In una provetta portare in soluzione acquosa una piccola quantità del campione da analizzare. Tale soluzione sarà di colore giallo.
  • Aggiungere alla soluzione qualche goccia di HNO_{3} . In questo modo la soluzione diviene incolore.
  • Aggiungere successivamente qualche goccia di NaCl . In questo modo la soluzione diviene giallo chiaro.

Reazioni di riconoscimento:

[Fe(H_{2}O)_{5}OH]^{2+} + H^{+} \rightleftharpoons [Fe(H_{2}O)_{6}]^{3+}

[Fe(H_{2}O)_{6}]^{3+} + Cl^{-} \rightleftharpoons [Fe(H_{2}O)_{5}Cl]^{2+} + H_{2}O

Finisci di leggere l’articolo a pagina 2, con il tasto qui sotto!!

Pagine: 1 2