Esistono molte alternative a Whatsapp, famosa e ormai diffusissima applicazione per chattare e inviare messaggi e foto. Così tanto usata (e sopravvalutata), da essere addirittura abusata. Cercherò dunque di dissuadervi dall’usare questa app; se leggerete questi motivi con mente critica (cosa difficile di questi tempi…), eviterete di diventarne dipendenti. Non ho motivi particolari, né ritorni economici, nel fare pubblicità ad un programma che fa la stessa cosa di Whatsapp, ma lo fa in modo sicuramente migliore. Sto parlando di Telegram.

Telegram_logo_svg vs whatsapp-logo-vector

LA (MIA) COMPARATIVA (comunque oggettiva):

1. Prezzo

Potete continuare a dire infinite volte che “80 cent di euro l’anno non cambiano la vita a nessuno”. Verissimo, e senza dubbio, 80 cent all’anno è un prezzo molto conveniente e ragionevole, a fronte del buon servizio di messaggistica offerto. Dunque perché contestare il prezzo? Perché Telegram è gratis.

2. Questione di principio

Per favore, rendetevi conto che il fatto di dare “in prova” Whatsapp per un anno, è senza dubbio una mera trovata pubblicitaria. E’ proprio come lo spacciatore che ti “offre” la prima dose. Dopo un anno in cui hai abusato di Whatsapp, sicuramente non sai in grado di staccartene, e concluderai con un “80 cent di euro l’anno non cambiano la vita a nessuno” (vedi sopra). Solitamente, seguito da “Ce l’hanno tutti!”. Queste trovate sono di cattivo gusto, non per la cifra, ma per il modo di porsi. Il periodo di prova per un software dura 1 mese, non un anno. Dal sito di Telegram: “…, Telegram is free and will stay free — no ads, no subscription fees, forever. … This is why we made Telegram a non-commercial project. Telegram is not intended to bring revenue, it will never sell ads or accept outside investment. It also cannot be sold. We’re not building a “user base”, we are building a messenger for the people”. E’ questo ciò che voglio.

3. Velocità

Elemento fondamentale di ogni software di messaggistica, è la velocità. Che si tratti di avviare l’app, inviare messaggi, leggerli, ricevere le notifiche…bè, Telegram è più veloce. Semplice e chiaro. Posso dirlo per esperienza personale, avendoli (ancora per poco) entrambi, e confrontandoli in condizioni di rete lenta (Edge). Un amico mi ha detto che Telegram è stata una rivelazione…poiché usare Whatsapp su iPhone 4s era un’impresa (non posso però approfondire la cosa, anche se mi piacerebbe).

4. Applicazione su PC

Ricordatevi i bei vecchi tempi in cui tutti scrivevamo agli amici usando MSN Messenger. Telegram ha un’applicazione con cui inviare messaggi che funziona su Windows, Mac e Linux; l’applicazione non è ufficiale (non sviluppata dai 2 fondatori di Telegram), ma è riconosciuta e consigliata. E va che è una meraviglia (invio file con drag-and-drop, notifiche in stile “Metro”, etc). Whatsapp??? Lasciamo stare. Questa è la mancanza più grande. Anzi no! Qualcuno vi dirà che si può fare…basta installare un emulatore di Android sul PC, installare Android sul telefono virtualizzato, installare Whatsapp…e godervelo nel micro schermo dell’emulatore a 12 fps…Ah beh, semplicissimo e comodissimo!

Ps Sembra che Whatsapp stia prendendo in giro tutti con la sua “web app”, ossia l’applicazione per PC (da installare nel browser…ovviamente solo Chrome e Firefox -viva la flessibilità-). È semplicemente un aborto. Informatevi bene sulle incredibili limitazioni che ha…e non mandate i file, che consumate i dati del vostro piano tariffario del cellulare!

5. Accesso da più posizioni

Telegram salva i dati e le conversazioni nel “cloud”. E questo vuol dire che basta una qualsiasi app di Telegram per accedere al vostro account (legato al vostro numero telefonico). Potete avere smartphone, PC, tablet…tutti collegati a Telegram, e tutti abilitati a ricevere e inviare messaggi. Whatsapp?? Non pervenuto.

6. Sicurezza

Telegram si propone come paladino per la privacy dell’utente. Criptaggio dei messaggi, chat segrete e messaggi che si autodistruggono. Tutto a prova di hacker. Whatsapp era molto indietro su questo fronte, anche se sembra che abbia preso qualche provvedimento sul criptaggio. Alla buon ora.

7. Nickname

Ebbene, se non volete dare il vostro numero (o non ve lo ricordate), in Telegram potete scegliere un Nickname pubblico, univoco per ogni utente, al quale siete raggiungibili da tutti. Ricorda tanto MSN Messenger, però può tornare utile.

8. Stile

Telegram è stato aggiornato poco tempo fa per abbracciare il nuovo stile grafico proposto da Google con Android 5. Semplicemente bello. Whatsapp è un dinosauro ormai…

9. Inviare file

Telegram può inviare di tutto, e di qualsiasi dimensione. Non ha problemi, davvero. Whatsapp? Non invia nemmeno i file di Excel… cosa?!?…

10. Per ridere…(o non piangere) (Aggiornamento: sembra che finalmente sia uscito il fix che corregge questo problema…peccato!)

http://google.com/newsstand/s/CBIw7tHt0x8

Funziona davvero (su Android). Un motivo in più per odiare Whatsapp…Fate bestemmiare i vostri amici!!!

11. API

Questa è una motivazione più tecnica. In parole povere, chiunque potrebbe sviluppare un’app che si interfacci con la rete di Telegram, e quindi possa inviare messaggi, ricevere notifiche, etc… Whatsapp invece ha una rete “chiusa”.

12. Backup…

Ricordate quella simpatica volta in cui disinstallaste e reinstallaste Whatsapp perché si era piantato (di solito, non manda più le notifiche), e avete perso mezze conversazioni?? Ebbene sì! Whatsapp ha un sistema penoso di gestione dei backup e dei database delle conversazioni. Telegram non ce l’ha proprio…perché tutto è salvato nel cloud.

13. Le classiche scuse per tenere Whatsapp

Questa è forse la parte più divertente! “Telegram non ce l’ha nessuno, Whatsapp ce l’hanno tutti!”, “Che roba è Telegram?”, “Telegram è solo la copia di Whatsapp”. Chi vince in questa gara di fantasia, può continuare a usare Whatsapp tranquillamente. Mal voluto non è mai troppo. E aggiungetene pure altre.

14. Aggiornamento…

Ho scoperto che con Whatsapp non si possono mandare video più lunghi di 2 minuti e 30… È uno scherzo??? Poeramme!! Telegram manda ogni tipo di file, fino a 3 gb (se non ricordo male…).

Perciò, ora andate a scaricare Telegram!