Che titolo impegnativo eh? Lo Useless Team non si smentisce mai, proponendo a voi lettori spunti di interesse e riflessione che nemmeno Barbara D’Urso. Visto le accuse mosse da alcuni dei più fidati lettori riguardo il nostro presunto modo prolisso di scrivere, finiamo direttamente qui l’introduzione della seconda edizione del Casualmese e ci dirigiamo imperterriti verso la dedica.

Oggi l’indiscusso privilegio va a Hugo Chavez, anzi no. O perlomeno, sarebbe dovuto toccare a lui essere pubblicamente elogiato da noi altri, ma il membro che se ne doveva occupare ha deciso di peccare di assenteismo. Detto ciò, in veste di sostituto del Presidente, abbiamo (e con questo abbiamo intendo 2/3 del Team) optato per Luigia Pallavicini caduta da cavallo. La povera nobildonna, resa nota dalla sua proverbiale bellezza, decise così un giorno di boccare di faccia sul ghiaino provocandosi così, oltre alla perdita di vari e variopinti (…) denti, un deturpamento generale del muso. Lo Useless Team, in collaborazione col Dott. Pascucci, propone una cura a base di Cipria 137 (per chi non sapesse cosa , legga l’articolo sui cinghiali radioattivi). Detto ciò auguriamo inutilmente alla baldracca una inutile ma pronta guarigione.

Sbrigata così dritto per dritto [cit.] la pratica della dedica e spoilerandovi che quella su Chavez sarà on line nel prossimo mese, possiamo dunque iniziare la disputa.

 

Ogni giorno a noi, sudditi di madre natura, si rivelano novelli e rinnovati problemi che intralciano il bel vivere (oziare). Sarà già successo a voi tutti simpatici bradamanti di vedere la vostra giornata ideale devastata e violentata platonicamente da codesti imprevisti maligni. No, non stiamo parlando della crisi, nemmeno della disoccupazione e tantomeno della pioggia che in questi giorni ci ha leggermente imbarcato gli scatoloni; parliamo di quei subdoli contrattempi ideati per minare la vostra sanità mentale e qualche volta fisica. È nostro compito ordunque proporre delle soluzioni avveniristiche ma di consolidata efficacia tramite inventiva e spirito di adattamento. Di seguito una breve risma di problemi e soluzioni.

Sarà capitato a tutti di imbestialirsi con un vasetto di yoghurt e simili, ma va tutto bene, perché quelle maledette linguette non si aprono mai (e ripeto MAI) nel modo corretto: si rompono a metà, rimane solo un pezzetto sul bordo oppure si rompe direttamente la linguetta per aprirli… è ora di dire basta! Questi contenitori demoniaci hanno già istigato troppi crolli psicologici e suicidi (tipo nel ’29.. pensavate alla borsa? Ah, illusi!) ed è ora di porre fine al loro regno di terrore e digiuno. La soluzione è combatterli con la tecnologia e con la dote che ha portato l’essere umano su un gradino superiore agli altri esseri viventi di questo pianeta: la calvizie… La nostra invenzione (brevettata “Useless Team inc.co.org.™©®) è in grado di scassinare qualsiasi membrana che si frappone (mmm frappè gigante…) fra noi e il nostro prodotto: è un marchingegno abbastanza semplice e ci stupiamo che non sia ancora stato inventato. Consiste in due bastoncini lunghi 60cm a pinza con due guanti alle estremità i quali reggono un gatto che, con le sua unghiette da velociraptor, mulina vorticosamente le zampe anteriori tranciando così ogni oggetto nel suo raggio. Modificando la grandezza del gatto è possibile aprire dalle pellicole dei cd, ai barattoli di ricotta da mezzo chilo fino ale latte di pomodori pelati. Funziona!

Un altro quesito che non solo rovina le giornate di ogni singola entità sulla faccia di questo pianeta ma che spreca anche un’ ingente quantità di tempo, sono le code… che siano in posta, al supermercato, in strada o sulla cima di un grattacielo direzione asfalto. In ogni fila c’è sempre il classico personaggio che la rallenta per qualche assurdo motivo psico-fisico-ectoplasmatico: incapacità mentale di contare gli spiccioli, incapacità fisica di trovare gli oggetti necessari dentro borse e familiari e incapacità ectoplasmatica (conosciuta anche come “essere un completo imbecille”) ovvero quando la persona in questione sembra persa in se stessa o fuori dal mondo (studi ipotizzano che la mente di quella persona stia viaggiando in un altro mondo popolato dai fantasmi dei maroni che quella persona ha devastato creando la fila in questione). Fortunatamente questo problema si offre a soluzioni geniali.

La nostra migliore ideazione per risolvere il problema consiste in un kit portabile ovunque, e anche molto fashion se permettete, il quale include un panno 80cm x 30cm, cilindri rossi/arancioni di varie dimensioni, una cintura dimagrante e un set “barba & baffo” con adesivo. In caso di coda esasperante non dovete fare altro che applicare il kit al vostro corpo e iniziare ad urlare (accento facoltativo) “JIHAD, JIHAAAAAD!!!!” nella stanza per sfoltire immediatamente la marrana fila; in alcuni casi il kit funziona così bene che gli oggetti di cui necessitate vi verranno offerti gratuitamente. Il panno è disponibile in più colori e tipi di stoffe. Funziona!

Altre alternative consistono in alligatori camuffati da barboncini, costumi da lebbroso,  stelle del mattino, soldi del monopoli da lanciare per la stanza e un lancia-criceti-schiumanti-di-rabbia-a-vapore.

Un ulteriore dilemma umano sul quale lo Useless Team ha lavorato è quello della sveglia al mattino; molti bipedi operosi ancora oggi si arrovellano i neuroni al mattino presto per decidere se alzarsi al suono del diabolico marchingegno o se premere il famoso tasto “snooze” per poi ripetere l’esperienza malsana dopo pochi minuti.. Altre società hanno provato a risolvere a modo loro il problema inventando sveglie sempre più intelligenti (e al contempo stupide), come quella che va a giro per la stanza fino a quando non la disattivi (3 americani su 4 dormono con una doppietta sotto al cuscino, potete immaginare quanto è durata la suddetta sveglia), quelle che richiedono sforzi mentali che risollevino il cervello umano dal suo torpore mattutino per essere spente (il cervello fatica così tanto a spengerla che poi cade in catalessi a compito concluso), e altre diavolerie ancora.. Il nostro staff ha invece puntato i loro sforzi mentali su sveglie definitive e infallibili.

Di seguito alcuni dei risultati dei loro studi.

– Primo modello. Consiste in una sveglia da posizionare tatticamente sotto al letto fissata al pavimento in modo che sia removibile solo se il pavimento intero la segue e protetta da uno strato di solido kevlar balistico per evitare rotture. All’ora x il nostro gioiellino attiva una leva idraulica potente a sufficienza da ribaltare con un 1080° perfetto il letto sul quale poggiate e lanciandovi entrambi in aria per garantire un inizio di giornata eccitante e frizzantino; la sveglia poi rimarrà innescata fino a quando non sarà ora di coricarsi nuovamente per evitare che facciate i furbi.

– Secondo modello. Mentre il precedente ritrovato agiva sul letto, questo nostro prodotto fa parte del letto stesso. All’apparenza una sveglia normalissima che vi permetterà di alzarvi normalmente ma, nel malaugurato caso premiate il tasto “snooze”, il macchinario vi incatenerà al letto, il quale si trasformerà in un mezzo semovente che farebbe invidia alla batmobile di superman e alla papamobile di deadpool, la quale vi porterà direttamente sul luogo di lavoro fino all’ufficio del vostro capo in pigiama e senza la minima toilette. Non premerete quel tasto MAI PIÙ.

-Altri modelli consistono in: versioni invernali che spalancano tutte le finestre della casa, modelli che preparano un’ invitante colazione ma iniziano a lanciarvela dietro lamentandosi di come li ignorate e di come il matrimonio non abbia più quella passione di una volta se non vi alzate dal letto, altre che danno fuoco al vostro giaciglio, sveglie che approfittano del vostro mancato risveglio per svaligiarvi casa e andarsene, sveglie psicopatiche con mannaie affilate, sveglie elettrificate, sveglie naziste, sveglie pistolere, sveglie stupratrici e infine sveglie che vi sfideranno a duello per aver offeso il loro onore con la vostra pigrizia.

Queste sono le nostre soluzioni geniali e impeccabili a pochi degli innumerevoli problemi che affliggono l’umanità, quindi aspettatevi un possibile seguito a questo articolo di pubblica utilità e salvezza.

Terminiamo qui il secondo Casualmese della storia, esortandovi nel commentare sia in positivo che in negativo. Inoltre, nel caso troviate le nostre risposte affascinanti, non esitate a mandarci domande alle quali saremmo più che mai contenti di poter trovare soluzioni non convenzionali. Vi invitiamo inoltre, a non perdere di vista la pagina Facebook del blog, in quanto ci siamo organizzati per premiare la fedeltà dei fanZ più partecipi. Sono già state assegnate ma non ritirate un paio di mutande usate e non lavate di un membro del Team. Non perdete tempo, affrettatevi…

“Ci sono troie in giro in Parlamento che farebbero di tutto, dovrebbero aprire un casino” [Franco Battiato]